Finanziato dal fondo politiche migratorie 2015 nell’ambito del progetto “Le indagini familiari: uno strumento a supporto della individuazione di soluzioni durevoli per il futuro dei minori stranieri non accompagnati residenti in Italia, ivi compreso il ritorno volontario assistito”.