Finanziato dal fondo politiche migratorie 2015 nell’ambito del progetto “Le indagini familiari: uno strumento a supporto della individuazione di soluzioni durevoli per il futuro dei minori stranieri non accompagnati residenti in Italia, ivi compreso il ritorno volontario assistito”.

Principi Fondamentali

Il progetto "Family Tracing"

Questo sito intende presentare una delle attività che la Missione OIM in Italia svolge dal 2008 in supporto al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Fra i compiti di cui suddetto Ministero è mandatario per legge vi è quello di dare impulso alle attività di indagini familiari in favore dei minori stranieri non accompagnati presenti nel territorio dello stato italiano, così come previsto dal DPCM 535/99 art. 2 comma 2.

La Direzione Generale dell'Immigrazione e delle Politiche di Integrazione (cui sono state trasferite le attività precedentemente svolte dal soppresso Comitato Minori Stranieri non accompagnati, così come disposto dall'articolo 12, comma 20 del DL 6 Luglio 2012 n.95) ha di recentre, tramite avviso pubblico, rinnovato all'OIM l'incarico per lo svolgimento di questa importante attività.

 

Su istanza del Ministero, che a sua volta riceve richiesta da parte del servizio sociale del comune nel quale risiede il minore straniero non accompagnato, l'OIM incontra la famiglia nel paese di origine o in un terzo paese di residenza della stessa (spesso un altro paese europeo).

 

Schema esemplificativo del flusso di comunicazione fra Servizi Sociali, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed OIM, atto alla realizzazione di una indagine familiare


Questo processo informativo è per sua stessa natura un processo di raccolta di dati sensibili.

In ogni momento di questo passaggio di informazione l'OIM garantisce la tutela della privacy dei minori e delle loro famiglie, in ottemperanza ai principi di legge italiani ed alle istruzioni sulla protezione dei dati dell'Organizzazione stessa, di cui alcuni degli obiettivi e delle regole principali vengono qui di seguito descritti:

  • Proteggere l'integrità e la confidenzialità dei dati sensibili.
  • Prevenire le comunicazioni necessarie ed inappropriate riguardo i dati personali.
  • I dati personali devono essere ottenuti attraverso mezzi legali e corretti con la consapevolezza o il consenso del soggetto.
  • Il consenso del soggetto deve essere ottenuto al momento della raccolta del dato o non appena ciò sia praticamente realizzabile.
  • Lo scopo per il quale i dati personali vengono raccolti e trattati deve essere comunicato e deve rappresentare uno scopo legittimo.